Connect with us

Foulards

Essere Style al White Milano con i suoi nuovi luxury foulard AI 2019/20

Si arricchisce la collezione di foulard di lusso del brand di Arzachena diventato un punto di riferimento per le amanti di questo raffinato accessorio

Published

on

Essere Style foulard di lusso collezione AI 2019 2020 al White Milano

Essere Style, il brand di Foulard di lusso della Costa Smeralda, presenta in anteprima la collezione Autunno-Inverno 2019-2020 al trade show WHITE MILANO, dal 22 al 25 febbraio, presso la cornice dello Showroom 31 stand 16.

Questa nuova collezione FW 2019 si arricchisce di nuove storie, raccontate sui foulard hand-made e contraddistinti dal nome che anima la stampa del disegno:

Essere Style foulard di lusso collezione AI 2019 2020 al White Milano

Cunzari, in twill di seta con orlo fatto a mano, trae ispirazione dall’asso di bastoni delle carte siciliane e viene presentato con un gioco di tridimensionalità in rosso, verde e senape, su un fondo optical bianco e nero.

A-Mors, in twill di seta, sceglie come motivo protagonista il logo del brand, l’ex-voto e viene proposto in rosso oppure senape. L’exvoto, con il suo inconfondibile cuore, simboleggia un oggetto dato in dono a una divinità.

Anche Giranda, in cashmere e seta, ha come protagonista il cuore dell’ex-voto ed è proposto in verde con un fiore centrale, frutto di un’armoniosa sovrapposizione di 8 cuori.

Pinnetta, in cashmere e seta, interpreta la geometria dei disegni degli antichi tappeti sardi proposto nei toni dell’arancione e marrone.

Le tre Fasce Sinfonia double face, Lucciole e Itrigo, in twill di seta, traggono ispirazione dai disegni tradizionali tessili sardi e possono essere usate come foulard oppure come stilose cinture colorate.

Sciarpa Ispina, in cashmere, s’ispira ai disegni tradizionali tessili sardi ed è proposta in nero e grigia.

Ncignà, fascia double face e foulard in twill di seta, nasce dal connubio tra matrici molto lontane storicamente, i mosaici geometrici delle case Pompeiane e i disegni illusori in stile optical art.

Sa sposa, foulard in lino seta e fascia in twill di seta, s’ispira ai motivi geometrici dei tappeti sardi creati al telaio per coprire la cassapanca che in passato veniva utilizzata per “stipare” il corredo delle future spose.

Priezza, fascia in twill di seta double face, vede come protagonista l’asso di bastone ripetuto otto volte, seguendo una traiettoria circolare a stella e a sua volta ripreso più volte su un lato della texture. Sul secondo lato, invece, gli elementi richiamano un motivo optical art.

Scimitarra, fascia in twill di seta, trae ispirazione dal seme di spade delle carte bergamasche. La scimitarra in araldica è un termine utilizzato per indicare la sciabola ricurva. Nella texure sono riportate in arancione e viola a contrasto e accesi. Incontro, in twill di seta con l’orlo fatto a mano, è la combinazione degli elementi geometrici parietali e pavimentali che caratterizzano le Domus Pompeiane con quelli del tipico stile geometrico tessile Sardo. Il fondo è composto da un decoro geometrico nero su fondo bianco che riprende i mosaici Pompeiani. La protagonista è una stella composta dagli elementi geometrici in stile sardo, dai colori squillanti dell’azzurro, viola e nero. I motivi geometrici in stile optical art danno una maggiore dinamicità e un tocco di contemporaneo ed unico.

La Ruota del pavone, in twill di seta, trae ispirazione dall’asso di Bastoni delle carte napoletane e viene rappresentato come una mazza di legno con una striscia di foglie dai toni accesi dove primeggia il viola e il rosso e delle punte di verde e giallo oro. L’asso di Bastoni in stile spagnolo, è un simbolo legato all’elemento fuoco e simboleggia l’uomo, il fallo, la fertilità maschile ma anche il progresso, la sorpresa e la potenzialità. Ballu tundu, in twill di seta, ispirato dai motivi geometrici tradizionali tessili sardi, da una nuova connotazione tridimensionale a questi elementi decorativi ottenuti tradizionalmente al telaio.

Passeggiata a Pompei, in twill di seta, vede protagonista la stella composta da elementi geometrici in stile sardo, dove il colore principale è un azzurro brillante accostato a tonalità di grigio. Nei quattro angoli del disegno è ripresa la decorazione geometrica del pavimento del salone della casa di Trittolemo a Pompei, realizzato con rari pezzi di calcare colorato nelle varie tonalità del grigio per creare un gioco di ombre che accentuano il senso di tridimensionalità.

Su ali d’aquila, in twill di seta, s’ispira all’asso di denari e la texure è rappresentata da un’aquila a due teste separate dal collo e rivolte in due direzioni diverse. La scelta cromatica esalta il simbolo con una palette di colori accessi e molto contrastanti tra loro su fondo bianco. Completa il disegno una cornice accesa con gli stessi colori del simbolo delle aquile e arricchita da una catena dorata di ispirazione imperiale.

Bagolari, in cotone seta, trae ispirazione dal seme di bastoni delle carte da gioco trevisane dove i bastoni sono a forma di scettri o mazze cerimoniali e in questa texture il bastone si ripete seguendo una traiettoria circolare come se formasse un mandala.

Pibiones, in twill di seta, riprende i motivi tradizionali tessili sardi realizzati al telaio con un impatto tridimensionale e contemporaneo, tinti con i toni caldi del giallo, giallo ocra e nero.

Miyaya, in twill di seta, è stato ispirato dai motivi geometrici tradizionali e questa composizione comunica il calore dell’artigianato di un tempo. I toni tenui quasi pastello che evocano i motivi di un tempo, contrastano con il colore nero deciso negli elementi geometrici protagonisti.

Fontana, in twill di seta, trae ispirazione dal seme di Coppe delle carte da gioco Bergamasche. L’asso di coppe ha una forma a fontana e s’ispira all’emblema della famiglia Sforza. Nella Texture il disegno della coppa è presentata con un contorno nero e un riempimento bianco su fondo azzurro.

Denari, in twill di seta, richiama il seme di denari delle carte da gioco napoletane, rappresentato come una stella a cinque punte, inscritta in un cerchio completamente giallo. Nei quattro angoli è riportato il simbolo magico dei denari sovrapposto in modo irregolare, al centro è rappresentato un elemento che ricorda il fiore, e la doppia cornice presenta colori in contrasto.

Giullare a corte, in twill di seta, sceglie l’asso di bastoni delle carte da gioco napoletane rappresentato come una mazza di legno con una striscia di foglie che si ripete 8 volte seguendo una traiettoria circolare a forma di stella, ripetuta a sua volta sulla texture. La palette scelta illumina i toni accessi del viola e rosso, accompagnati da elementi verdi e giallo oro.

Coppe, in twill di seta, s’ispira al seme di coppe delle carte da gioco bolognesi con l’aggiunta di elementi che arricchiscono la composizione, esaltata con colori molto contrastanti tra loro come il giallo oro, blue elettrico e fuxia.

Cashmere è la parte della collezione realizzata con i telai e i motivi decorativi sono geometrici, proposti in grigio, nero, viola, ocra e arancione.

www.esserestyle.com

Clicca per lasciare un commento

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply