Connect with us

Arredamento

Collezione Idro, le soluzioni di Scavolini per l’ambiente bagno

Published

on

Idro di Scavolini Bagno

La collezione Idro di Scavolini Bagno, disegnata da Studi o Castiglia Associati e presentata al CERSAIE 2018, è una proposta di ambiente completo per l’arredo bagno. L’ anta di questa proposta è caratterizzata da una gola ricavata nello spessore superiore della stessa, e interrotta con un passo regolare alle due estremità. Pensili,  colonne ed armadi fanno invece uso di ante squadrate apribili mediante push-pull o fondi sagomati. Idro è disponibile nella finitura laccata lucida e opaca .

Idro di Scavolini Bagno

Idro di Scavolini Bagno (design Studio Castiglia Associati) Nella foto, ambiente bagno con mobile sospeso della collezione Idro di Scavolini Bagno in Laccato lucido Grigio Tundra e pensili nella stessa finitura con anta a specchio. Il piano è in Quarz Bianco Zeus lucido, con lavaboBowl in appoggio in Pietra San Gaudenzio. Specchio e Lampada Wallmirror. Dimensioni: Basi: cm. 150×38/52×50 (lxpxh) Pensili: cm 25x20x75 (lxpxh) ciascuno Specchiera: cm 90×75 (lxh)

Pubblicità

Per realizzare un progetto con la collezione Idro è possibile scegliere, assecondando ogni esigenza stilistica, tra 25 lavabi, in appoggio o integrati ai piani dei mobili e disponibili in Cristalplant, mineralmarmo, vetro, pietra o ceramica, sanitari sospesi e a terra, rubinetterie, piatti e box doccia, vasche ma anche specchiere, accessori e una linea di 30 sistemi di illuminazione. Il progetto Scavolini Bagno propone un programma di ambienti completi per l’ arredo bagno, estremamente articolato nella sua varietà compositiva che prevede ben 200 finiture , per un totale di oltre 1.800 articoli.

Idro di Scavolini Bagno

dro di Scavolini Bagno (design Studio Castiglia Associati) Nella foto, ambiente bagno con mobile sospeso e pensili della collezione Idro di Scavolini Bagno, proposti nella finitura Verde Lichene Laccato opaco, e vani a giorno in decorativo Larice Zolfino. Il piano con lavabo integrato Omega, posizionato sull’estremitàdella composizione, è realizzato in Cristalplant. Specchio Link con luce Impact. Dimensioni: Basi: cm. 140x38x25 (lxpxh) Pensile e vani a giorno: cm 25x20x75 (lxpxh) ciascuno Specchiera: cm 50×100 (lxh)

I numeri di Scavolini Bagno parlano chiaro e propongono soluzioni versatili che si distinguono tra loro per la tipologia e l’apertura delle ante: con maniglia e disponibile anche con anta curva d’impronta più tradizionale, aperture con gola differenti (orizzontale, verticale, incassa ta), una con anta a vetro senza telaio ed infine una collezione “top” caratterizzata da elementi esclusivi dai volumi inediti estremamente sofisticati.

Idro di Scavolini Bagno

Idro di Scavolini Bagno. (design Studio Castiglia Associati) Nella foto, dettaglio dei pensili con vani a giorno dell’ambiente bagno arredato con i mobili della collezione Idro di Scavolini Bagno. Caratterizzato da agevoli scanalature per l’apertura delle ante e da una pluralità di elementi personalizzati, il progetto Idro è un ambiente raffinato tutto da vivere. La composizione è in Grigio Ferro Laccato lucido per ante e fianchi e per i vani a giorno.Dimensioni Pensile: 175x25x50 cm (LxPxH).

Tutte le collezioni sono dotate di cassetti, cestoni estraibili, pensili, armadi e vani a giorno in diverse profondità. Comune denominatore è la grande modularità, le numerose finiture e colorazioni e la minuziosa cura del dettaglio. Gli interni dei mobili, ad esempio, presentano la stessa finitura delle ante: una caratteristica che evidenzia l’estrema attenzione progettuale e la grande ricercatezza estetica.

Per la massima personalizzazione stilistica e funzionale, la linea è completata da numerosissimi accessori: dai divisori in legno interni per cassetti e cestoni estraibili a quelli da posizionare sui piani o a parete, proposti in diverse versioni, forme e dimensioni.

Clicca per lasciare un commento

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Arredamento

Rastelli Royale, la cucina così bella da sembrare un living

Published

on

Rastelli Royal la nuova cucina disegnata da Marco Fabrizio Corti

 

La nuova cucina Rastelli Royale, disegnata da Marco Fabrizio Corti, riscrive le regole dell’arredamento, mimetizzando i complementi della zona kitchen con quelli propri della zona living.

Progettata per essere una vera e propria ‘formula’ personalizzabile nei moduli e nelle finiture, Royale permette di muoversi liberamente in cucina, organizzando lo spazio nel modo più funzionale possibile.
Il design è perfetta espressione di essenzialità: linee semplici e pulite suggeriscono l’idea della solidità tipica di quei mobili pensati per durare nel tempo, mentre alcuni dettagli rendono la cucina un vero e proprio luogo da organizzare e vivere secondo le proprie esigenze.

Pubblicità

Rastelli Royal la nuova cucina disegnata da Marco Fabrizio Corti

Contenitori e mobili a giorno, simili a librerie, permettono di riporre tutto il necessario e anche di più: libri, ricettari, vasi e accessori definiscono così un ambiente che non è deputato solo alla preparazione del cibo.

Colonne, armadiature e contenitori sono attrezzabili in base alle necessità: se negli armadi è possibile inserire mensole, cassetti ed elettrodomestici, nei moduli estraibili della cucina trovano spazio veri e propri organizer per stoviglie, utensili e pentole illuminati da luci LED, le quali, oltre ad aumentarne la funzionalità, evidenziano la ricerca di una precisa sensazione visiva.

Rastelli Royal la nuova cucina disegnata da Marco Fabrizio Corti

L’ampia scelta di colori e la vasta gamma di finiture, dai legni alle essenze, dai laminati agli LPL, dai vetri ai laccati, permettono di declinare in maniera del tutto personale quel design semplice e sobrio, sottolineato dalla particolare maniglia che si innesta nelle ante insieme ad un profilo in alluminio che rifinisce i ripiani interni.

Rastelli nuova cucina Beluga

Royale è una proposta contemporanea, versatile e al contempo intramontabile; una cucina tailor made e Made in Italy in perfetto stile Rastelli.

http://rastellicucine.it/

Continua a leggere

Arredamento

Abito, il nuovo letto di Per Dormire disegnato da Fabio Novembre

Published

on

Per dormire letto modello Abito_Jeans

Si chiama Abito il nuovo letto prodotto da Per Dormire. La sensazione dolce e piacevole di addormentarsi al suono di una voce suadente che racconta una favola non ci abbandona mai nemmeno quando diventiamo adulti. Ed è al mondo delle fiabe abitato da principesse e regine, da castelli nascosti tra le nuvole e da lune piene ammaliatrici, che l’architetto Fabio Novembre si è ispirato per creare la collezione “Una Fiaba PerDormire” la prima appartenente al progetto “Design Democratico italiano” del brand toscano .

Un progetto 100% made in Italy, un architetto di livello internazionale e un’azienda con oltre 40 anni di esperienza nella cultura del benessere e del dormire bene a 360 gradi. Sono questi gli ingredienti del progettoDesign Democratico Italiano” – commenta Paolo Luchi, direttore commerciale e marketing di PerDormire –  La finalità è quella di mostrare il ruolo fondamentale del design anche all’interno del processo di sviluppo di prodotti che hanno nella funzionalità la propria essenza. Con questo progetto vogliamo mostrare quanto sia forte la nostra volontà di sviluppare e mettere a disposizione dei nostri clienti prodotti sempre migliori, in grado di soddisfare tutte le esigenze: siano esse funzionali che estetiche”.

Pubblicità

Per dormire letto modello Abito_Jeans

La scelta di Fabio Novembre è nata proprio dalla condivisione di questi valori e dal desiderio di offrire elementi di design, disegnati e realizzati in Italia, ad un vasto pubblico. Ciò è possibile non solo grazie al prezzo contenuto, ma anche alla possibilità di personalizzazioni infinite con un’ampia gamma di tessuti e colori che PerDormire mette a disposizione dei clienti per rendere ancor più unici i letti della collezione.

Per questa occasione, PerDormire presenta la nuova versione in denim del letto Abito. Un letto contenitore salvaspazio completamente sfoderabile con rete di serie elevabile con doppia traversa e 14 doghe in faggio.

Utile ed originale la tasca posta sulla testiera del letto, come anche quelle posizionate sui lati che ripropongono le classiche tasche dei jeans, funzionali per contenere ed organizzare tutti gli oggetti che accompagnano i nostri riti quotidiani prima del riposo notturno.

Abito è disponibile nelle misure da 160×190 e 160×200. La rete e i piedini sono personalizzabili. Il prezzo è su richiesta.

FABIO NOVEMBRE – Biografia

FABIO NOVEMBRE nasce a Lecce nel 1966. Nel 1984 si trasferisce a Milano dove si laurea in Architettura al Politecnico. Nel 1992 si sposta a New York dove frequenta un corso di regia cinematografica presso la New York University. Durante questo soggiorno americano incontra Anna Molinari che nel 1994 gli commissiona il suo primo lavoro di architettura d’interni: il negozio “Anna Molinari Blumarine” ad Hong Kong. Nello stesso anno torna a Milano e apre il suo studio. Progetta architettura e interni per i più importanti brand internazionali. Collabora con le più grandi aziende italiane di design come Driade, Cappellini, Venini e Kartell, sviluppando inoltre showroom, boutique e interni per realtà internazionali come Lavazza, Blumarine e Stuart Weitzman. Nel 2008 il Comune di Milano gli dedica una grande mostra monografica presso lo spazio espositivo della Rotonda di Via Besana, dal titolo: “Insegna anche a me la libertà delle rondini”.Nel 2009 il Triennale Design Museum di Milano lo ha invitato a curare ed ideare una mostra sul suo lavoro dal titolo: “Il fiore di Novembre”. Nel 2010 il Comune di Milano si fa rappresentare da un allestimento che disegna e cura, all’interno del Padiglione Italia dell’Expo di Shanghai. Nel 2011 cura l’art direction della mostra “Lavazza con te partirò” presso il Teatro dell’Arte della Triennale di Milano in occasione dei vent’anni del Calendario dell’azienda e subito dopo la mostra Steve McCurry al MACRO Testaccio di Roma. Nel 2012 ha realizzato il progetto di allestimento per la quinta edizione del Triennale Design Museum. Nel 2014 disegna tutti gli interni della nuova sede del A.C. Milan. Nel 2015 realizza lo spazio Lavazza all’interno di Expo Milano 2015. Nel 2016, all’interno della XXI Triennale di Milano progetta l’installazione INTRO. Nel 2017 esce la sua nuova monografia edita da Electa, che celebra i 20 anni dello Studio, proiettando i suoi lavori sempre più verso l’architettura.

perdormire.com

Continua a leggere

Arredamento

Riflessi, tutte le novità da vedere al Moacasa 2018

Published

on

Riflessi nuovi tavoli sedi e specchi al Moacasa 2018 di Roma

In occasione della 44esima edizione di Moacasa, la fiera leader nel settore mobili e arredamento per il centro e sud Italia che raccoglie i migliori marchi del Made in Italy, Riflessi, tra le più prestigiose aziende di arredamento Made in Italy, si presenta per la prima volta con uno stand proprio che conta circa 200mq, nel quale espone numerose novità di prodotto.

Dal 27 ottobre al 4 novembre, Moacasa sarà catalizzatrice degli stili e delle tendenze del momento, che Riflessi interpreta dando ancora prova di saper combinare design e funzionalità, in una continua ricerca del bello ma anche di flessibilità, ampliando la gamma degli stili di alcuni dei suoi prodotti iconici e accrescendone la già ricca possibilità di personalizzazione.

Pubblicità

Tra le novità assolute presentate per la prima volta proprio durante i giorni della fiera ci sono Round e Square, i tavoli di dimensioni contenute ma allungabili con base in alluminio a scelta tra le numerose proposte firmate Riflessi. Come si può intuire dal loro nome, i piani di questi tavoli sono rispettivamente tondo e quadrato, e sono presentati nella splendida finitura in Bianco Statuario. Ciò che rende sorprendenti questi tavoli è la loro estrema praticità: Round parte da una base di un diametro di 100cm e Square da una piano di 100x100cm ma entrambi possono raggiungere una lunghezza di 150cm con un’ulteriore estensione sino a 170cm quando il piano misura 120cm.

Riflessi nuovi tavoli sedi e specchi al Moacasa 2018 di Roma

Riflessi nuovi tavoli sedi e specchi al Moacasa 2018 di Roma

Eleganza e comfort sono le parole chiave delle nuove Brigitte, Cherie ed Angy, le sedie con gambe in legno e seduta imbottita, disponibili con schienale alto o basso. Ognuno di questi tre capolavori d’artigianato, che presentano un mix materico di grande impatto visivo, ha una particolarità che lo distingue dagli altri: Brigitte si caratterizza per la sua pulizia formale, Cherie per l’applicazione di un sottile cuscino sulla seduta e sullo schienale ed Angy per l’ergonomia del suo schienale.

Mito, uno degli specchi più rappresentativi nella storia di Riflessi, si rifà il look: la cornice in alluminio martellata singolarmente a mano, non rinuncia all’artigianalità che rende ogni pezzo unico e diverso da qualunque altro, ma dà ancor più libertà all’artista artigiano, che crea una nuova affascinante modellatura con una bombatura più accentuata, applicabile sia nella versione quadrata che rettangolare dello specchio.

Moacasa si conferma così un appuntamento importante per Riflessi, un momento per incontrare il pubblico e coglierne sempre di più le esigenze, proponendo soluzioni che emozionino e valorizzino il saper fare italiano.

www.riflessi.it

www.moacasa2018.it

Continua a leggere

Trending